Ricette

Il dolce delle feste: Profiteroles Tiramisù

La prima volta che mi sono imbattuta nei Profiteroles Tiramisù è stato tanti anni fa, quando ero incinta di mio figlio. Avevo un’incredibile voglia di questo dolce ma era praticamente impossibile realizzare una mousse di copertura senza l’uso di albumi crudi.

La ricetta di Luca Montersino, che trovai sfogliando uno dei suoi libri, faceva proprio al caso mio, un interno goloso ed una copertura bianca come la neve. Tiramisù, per l’appunto, perchè l’incontro tra la panna e il mascarpone garantisce un risultato davvero sorprendente.

E così ve li ripropongo, con la classica forma ad albero di Natale, perfetta per la tavola di queste feste. In alternativa, se trovate difficile o poco pratica l’idea dell’albero, potete servirli in monoporzione come faccio di solito. Vi basterà servire tre bignè a testa,lasciando poi un quantitativo su un piatto da portata – per un eventuale bis che dovete assolutamente prendere i considerazione!

La ricetta prevede l’uso di caffè liofilizzato, che io ho omesso a favore del caffè in tazzina. Chiaramente ho dovuto mantenere più duro l’interno della crema, per fare in modo che – unita al caffè – arrivi alla consistenza giusta.

La ricetta e il procedimento della pasta choux per realizzare i bignè potete trovarla qui.

Profiteroles Tiramisù

Print Recipe
Serves: 6 persone Cooking Time: 2 ore

Ingredients

  • 1 dose di pasta choux
  • Per la crema pasticciera:
  • 3 uova
  • 375 ml latte
  • 3 cucchiai rasi di zucchero
  • 3 cucchiai rasi di farina
  • 1 bacca di vaniglia
  • Per la chantilly al caffè:
  • 250 g crema pasticciera
  • 125 g panna fresca
  • 1 tazzina di caffè
  • Per la glassa al mascarpone:
  • 250 g mascarpone
  • 250 g panna fresca
  • 50 g zucchero a velo
  • 150 g crema pasticciera
  • Caco in polvere per spennellare

Instructions

1

Per realizzare la pasta choux potete trovare la ricetta nel mio post precedente.

2

Per la crema pasticciera:

3

In una planetaria o in una ciotola con fruste elettriche montate tuorli con lo zucchero finché non diventino chiari e gonfi. Aggiungete i tre cucchiai di farina.

4

Portate a bollore il latte con i semi della bacca di vaniglia, e quando iniziano a formarsi le prime bollicine rovesciate il composto di uva mescolando con una frusta a mano.

5

Non appena la crema avrà raggiunto la consistenza desiderata toglietela dal fuoco e distribuitela in una ciotola (io uso una teglia in pirex di dimensioni adeguate) per farla raffreddare.

6

Copritela con la pellicola per evitare che nel raffreddarsi si formi il panno in superficie.

7

Per la chantilly al caffè

8

In una ciotola montate a neve la panna.

9

Con una spatola incorporate il quantitativo necessario di panna montata, facendo attenzione a non ammorbidire troppo la crema, ed unite il caffè un pochino alla volta.

10

Per la glassa al mascarpone

11

Montate la panna in modo che resti molto morbida (non a neve).

12

In una ciotola ammorbidite il mascarpone con una spatola.

13

Amalgamate la panna, lo zucchero a velo e la crema pasticciera.

14

Dovreste ottenere una glassa morbida e gonfia.

15

Per assemblare l'albero:

16

farcite i bignè con la chantilly al caffè.

17

Con una forchetta immergete ognuno dei bignè nella glassa al mascarpone in modo che siano adeguatamente ricoperti, e disponeteli a formare prima una base e poi piano piano sormontateli a formare l'albero. Con la glassa rimasta potete coprire eventuali buchi dell'albero.

18

Cospargete con il cacao e mettete in frigo per qualche ora prima di servire, in modo che i sapori leghino tra loro.

Notes

La ricetta originale prevede caffè liofilizzato, che io ho omesso a favore del caffè in tazzina. Questo richiede attenzione nel preparare una crema più soda, altrimenti versando il caffè la crema si smonterà diventando eccessivamente liquida. La preparazione è molto semplice nonostante i diversi passaggi, e il risultato è assicurato! Gli ingredienti servono per farcire le quantità descritte di bignè, una quantità di crema e di glassa potrebbero avanzare.

Sono davvero soddisfatta per il gusto e la delicatezza di questo dolce, tanto da proporlo sempre durante le feste o le cene tra amici. Sulla tavola va sempre a ruba, e spesso le monoporzioni con tre bignè ciascuna non bastano e mi viene richiesto il bis! Un’alternativa delicata e golosa ai profiteroles al cioccolato, la cui mousse, come vi dicevo, si realizza con albumi crudi ed è impossibile da consumare se siete in dolce attesa!

Il dolce fa parte delle proposte per la tavola natalizia in collaborazione con Your Funny Bunny. Una tavola che potete adattare anche per la sera del cenone di fine Anno, se amate un’atmosfera candida e sobria sui toni dell’argento e del verde menta.

Spero che la ricetta vi piaccia, se volete cimentarvi e provarla vi aspetto sui social, per condividere i vostri scatti con l’hastag #incucinaconmacchia.

Buone feste!

You Might Also Like

No Comments

Rispondi

Privacy Preference Center

Necessary

Advertising

Analytics

Other

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: