Ricette

Settembre e il profumo di pane

Ci ho pensato tanto durante le ferie a Settembre. Un’estate lasciata alle spalle, un mese che ricomincia, i nuovi progetti, le nuove sfide, la voglia di dare vita alle idee. Insomma, settembre brulica di attese e di speranze, di curiosità e di iperattività.

E non a caso mi rimetto ai fornelli e mi dedico a qualcosa che fino ad ora ho sempre guardato fare ma non ho mai provato davvero. Per pigrizia, per paura che fosse difficile, non lo so. Si pensa che noi che amiamo cucinare, che condividiamo ricette, che le fotografiamo con tanta cura di particolari (no, non mi voglio chiamare foodblogger, è troppo presto!) siamo come Maga Magò, in cucina ci viene bene sempre tutto.

Non è vero. Sbagliamo, proviamo, riproviamo. Finché una cosa non ci convince. I lievitati sono il mio tallone d’Achille, lo confesso, ecco perché ne trovate così pochi nel blog, e perché hanno preparazioni lunghe, e anche se regalano soddisfazioni indescrivibili necessitano di pazienza. Ma io sono un Gemelli, credete davvero che conosca la pazienza?

Il pane in cassetta mi ha stupito. E’ il classico impasto che basta una ciotola e le nostre mani (o l’impastatrice per i più pigri!), che lievita facilmente ed il risultato è super, soprattutto perché riusciamo a portare in tavola qualcosa di genuino. Volete provare?

INGREDIENTI

150 gr latte

20 gr lievito di birra (potete ridurlo, ci vorranno tempi più lunghi di lievitazione)

10 gr zucchero

500 gr farina Manitoba

30 gr olio extravergine d’oliva

10 gr sale

In una ciotola fate sciogliere il lievito nel latte e aggiungete lo zucchero. Incorporate la farina un po’ alla volta, e quando il liquido è assorbito aggiungete prima il sale e poi l’olio. A questo punto, se impastate a mano trasferite l’impasto su un piano e lo lavorate energicamente finché non diventa liscio ed elastico. Se utilizzate l’impastatrice continuate  nella stessa ciotola. Formate una palla e coprite la ciotola con la pellicola, attendendo che raddoppi di volume. Una volta pronto lo rovesciate su un piano e lo tirate con le mani fino a raggiungere la lunghezza dello stampo da plumcake. Arrotolatelo su se stesso ed adagiatelo nello stampo, che avrete prima spennellato con olio. Coprite con la pellicola e lasciate lievitare finchè l’impasto non riempie lo stampo. Infornate a 180°C (forno preriscaldato) per 30-35 min a seconda del forno.

pane-in-cassetta

Un trucchetto: per mantenere morbida la superficie del pane, una volta uscito dal forno spennellatela con acqua e copritela con la pellicola. Lasciate raffreddare così, risulterà morbidissimo!

Un consiglio: non lasciate il pane all’aria o tenderà ad indurirsi e fare la crosticina sulla prima fetta, io lo conservo in un sacchetto di plastica.

dsc_0957

Adesso non rimane che un dubbio: spalmato con la cioccolata o farcito come un sandwich? A voi la scelta, io nel dubbio le ho provate entrambe!

Alla prossima!

You Might Also Like

14 Comments

  • Reply
    cuocoanonimo
    1 settembre 2016 at 3:20 pm

    ciao
    se posso consigliarti, prova a usare farine bio magari 0 e non 00 . Riscopri i sapori della farina e del frumento, delle terre di dove viene colto. Provaci potresti fare un viaggio tutto Italiano, seduto semplicemente a tavola.
    Gio’
    http://www.cuocoanonimo.com

    • Reply
      macchiadinutella
      2 settembre 2016 at 10:14 am

      Proverò sicuramente, mi piace molto l’idea! Grazie e a presto!!! 🙂

  • Reply
    Mile81
    4 settembre 2016 at 3:19 pm

    Solo a vederlo è uno spettacolo. Posso immaginare l odore e il sapore che ha. Bravissima!

    • Reply
      macchiadinutella
      5 settembre 2016 at 10:42 am

      Già, è venuto bene, è stato il primo esperimento, lo ammetto. Voglio provare anche con il burro, per vedere la differenza. Grazie!!!

      • Reply
        Mile81
        5 settembre 2016 at 1:55 pm

        Per essere il primo é davvero perfetto! Allora aspettiamo di scoprire come viene con il burro! Un saluto 🙂

      • Reply
        Mile81
        5 settembre 2016 at 1:56 pm

        Per essere il primo é davvero perfetto! aspettiamo di scoprire come viene con il burro! 🙂

  • Reply
    mary
    6 settembre 2016 at 7:46 pm

    Allora é perché sono gemelli che non riesco ad applicarmi in cucina. Puoi dare la ricetta delle polpette che ho visto su instagram,devono essere buonissime. Devo imparare per sopravvivenza

    • Reply
      macchiadinutella
      7 settembre 2016 at 9:40 am

      Ahahah…ma magari sarai bravissima a fare altre cose! E cmq è tutta una questione di provare e riprovare! La ricetta delle polpette la metto entro la settimana! 🙂

  • Reply
    Laura
    7 settembre 2016 at 12:31 pm

    Ciao : )
    a guardare le foto delle tue ricette viene l’acquolina in bocca!!
    posso chiederti che tipo di farina hai usato per questo pane? Una OO?
    grazie mille
    ciao
    Laura

    • Reply
      macchiadinutella
      7 settembre 2016 at 12:54 pm

      Ciao, hai ragione non c’è scritto! Io ho usato la manitoba (che praticamente è una 0). Adesso modifico il post, grazie!!! 🙂

  • Reply
    Veronica
    22 settembre 2016 at 11:28 pm

    Ciao ho provato a fare questo pane ma l’impasto mi è venuto duro e nn si assemblava, sembrava più quello di una frolla che di un pane…così ho buttato tutto!!! Magari era normale ma mi sembrava di aver messo poco liquido per 500g di farina.Dove avrò sbagliato?

    • Reply
      macchiadinutella
      23 settembre 2016 at 9:47 am

      Ciao Veronica, se è venuto così duro hai ragione tu, c’è qualcosa che non va. La ricetta prevede 150 gr di latte, ma se hai problemi di durezza dell’impasto mettine un po’ di più. Ti posso chiedere che farina hai usato? Mi sono accorta cucinando che non tutte le farine sono uguali, nel senso ci sono quelle che hanno bisogno di più liquido e quelle che hanno bisogno di meno. Altra cosa, hai impastato con la planetaria o a mano? Anche in questo caso è diverso. A me per esempio con la planetaria gli impasti hanno bisogno di più liquido rispetto a quando impasto a mano.
      Cmq la prossima volta prima di buttarlo prova ad aggiungere più liquido.
      Altre cose non me ne vengono in mente se parliamo di impasto duro…mhhh…fammi sapere se riprovi così ti do qualche altro consiglio!

  • Reply
    Luli
    9 ottobre 2016 at 1:02 pm

    Ciao, ma in linea di massima quanto impiega a lievitare?
    Grazie 🙂

    • Reply
      macchiadinutella
      10 ottobre 2016 at 12:25 am

      per entrambe le lievitazioni circa due ore con le temperature di settembre, è possibile che ora che in casa è più fresco ci metta qualcosa in più naturalmente. Cmq io l’ho impastato al mattino e infornato al pomeriggio!

    Rispondi

    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: