#mdnlife: Gente di Mare

Vai a spiegare il mare a chi non ci è nato, vai a far capire cosa vuol dire crescere e portare nel cuore un posto ad un passo dalla libertà…

Vivo a Bologna da quindici anni, prima per studio, poi per lavoro, finchè non ho conosciuto mio marito, ed è qui che è nato il mio piccolo grande amore. Ma sono nata in un posto mare, dove l’estate inizia a marzo e finisce ad ottobre, dove in qualunque punto della città ti trovi il tuo sguardo va oltre, e si perde proprio lì dove mare e cielo si incontrano. Ho sempre amato Bologna dal primo momento, ma quei portici che tanto adoro mi hanno sempre soffocato lo sguardo. Ecco, è questo, perchè se sei “gente di mare” la città ti cattura e ti intrappola, con i suoi confini e il suo orizzonte sempre stretto.

In questi giorni ero in giro per scattare qualche foto. Ho assaporato ogni via della vecchia città in silenzio, godendo del rumore del mare sugli scogli, e riscoprendo dei colori che fanno sorridere gli occhi. Perchè Termoli è una città adorabile, con le sue due spiagge e il suo Borgo Antico.

Qui si incrociano il 42º parallelo Nord e il 15º meridiano Est, ovvero il meridiano centrale del fuso di Berlino, Parigi e Roma, e che di fatto determina l’ora del fuso stesso (chiamata l’ora di Termoli). Da qui si parte per le isole Tremiti, un gioiello dell’Adriatico, seconda casa del grande Lucio Dalla.

Quando percorro in treno la costa adriatica, appena incontro il mare il mio umore cambia…finchè piano piano non raggiungo “il mio mare”, e allora è il cuore che mi si riempie di una serenità indescrivibile. Ci sono tanti posti splendidi al mondo, ma credo che non ci sia posto più bello della propria “casa”.

Foto: macchiadinutella

© 2015 macchiadinutella Tutti i diritti riservati

Privacy Preference Center

Necessary

Advertising

Analytics

Other