Eventi

#mdncontest: i vostri 10 disastri!

Sono stata tentata dal pubblicarli tutti, non erano divertenti, di più!

C’è chi ha bruciato qua e là, chi ha avuto qualche problema con gli ingredienti…ma in fondo la cosa che accomuna un pochino tutti i racconti è l’ingenuità, a volte, con cui questi disastri si commettono!

Mi avete fatto ridere, e mi avete tenuto compagnia…ma è stato bello poter condividere assieme un ricordo e una risata..perchè alla fine tutto è bene ciò che finisce bene, no???

Sì sì lo so che devo tagliare corto e dirvi subito chi ha vinto…ma vi avevo promesso anche una top ten, no? E allora leggete un po’ qua…

1° posto_  cri.489_ : “il mio disastro in cucina si è compiuto qualche anno fa avevo circa 13 anni volevo fare una sorpresa ai miei genitori e decisi di preparare una torta..presi il ricettario e seguii alla lettera il procedimento (forse un po’ troppo alla lettera) in quanto c’era scritto mettere 100 gr di farina misi 100 gr di farina 100 gr di zucchero e quindi misi altri 100 gr di zucchero e poi bisognava mettere 3 uova Intere e io misi proprio 3 uova INTERE con tanto di guscio (non sapevo che l’intere stesse x bianco e rosso) aggiunsi gli altri ingredienti e feci impastare tutto nel bimby, sentivo uno strano rumore ma credevo che la torta sarebbe uscita bella croccante..dopo di che infornai il tutto e quando i miei rincasarono gli diedi la torta fu allora che capii di aver fatto un pasticcio..e alla loro domanda ma almeno le hai lavate le uova? risposi no!!!! giuro da allora ho capito cosa vuol dire uova Intere!”

2°posto_ sillytilla :”quella volta in cui stavo cucinando una delle prime volte per il mio fidanzato: stavo facendo il sugo con pesce spada e melanzana a dadini, ero tutta convinta e mi sono messa ad “agitare” la padella a mo’ di chef guardandolo sentendomi fichissima. A un certo punto sento un botto e non sento più il peso della padella: si era staccato il manico!! Un bel po’ di sugo è volato in giro, ma quello che è rimasto era buonissimo…e lui c’è ancora!”

3°posto_  k4ti4_c: “ho combinato parecchi disastri in cucina ma la più eclatante è stata quella che mi è capitata con uno stampo in silicone a forma di girasole.. Avevo organizzato una cena a casa mia preparando delle lasagne che ho messo nel ripiano basso del forno, subito dopo nella griglia superiore ho messo una torta pere e cioccolato.. Ho apparecchiato bene la tavola e mi sono andata a cambiare convinta che fosse tutto perfetto! Quello che non ho considerato è stata la tacca che segnava il limite dello stampo che non andava superato con l’impasto.. In pratica riempiendolo troppo durante la lievitazione la torta è fuoriuscita tutta andandosi a incorporare con la lasagna del piano di sotto.Quando sono arrivati tutti mi hanno fatto i complimenti per il profumino nell’aria ma quando abbiamo aperto il forno.. TRAGEDIA! La serata è finita mangiando una pizza!”

dsc_1051

4° posto_ ariadivaniglia: “la mia prima esperienza con la torta di carote è stata un disastro! Dopo averla cotta in forno (avendo lasciato a cuocere anche un coltello col manico in plastica che si è ovviamente sciolto, appestando con il suo odore la cucina), l’ho capovolta per glassarla e ho scoperto che un cucchiaino era rimasto nell’impasto ed era finito in forno. Che dire, torta con sorpresa!”

5°posto_ muscellaeleonora: “Niente di che, stavo friggendo i bonbon e il tempo di metterli nel piatto per offrirli sono scoppiati in faccia a tutti. Morale della favola? Non faccio più dolci, però la crema in faccia a quelle persone è stato il top”

6°posto_  prozac_al_cioccolato_: “io il meglio di me l’ho dato con un piatto di pasta semplicissimo: mezze maniche con la pummarola schiattata. Inizio con una base di olio e aglio e aggiungo peperoncino in scaglie. Peccato non aver calcolato che l’olio sfrigolava da un pò e quando ho aggiunto aglio e peperoncino il primo si è carbonizzato all’istante mentre il peperoncino ha creato una nube tossica stile Chernobyl. Ho iniziato a tossire, starnutire, lacrimare. Il fumo acre con esalazioni di peperoncino tossico si è attaccato in gola e (per fortuna) dopo aver spento il fuoco sono dovuta scappare dalla cucina per riprendermi prima di osare rirntrare per aprire la finestra”

contest

7°posto_ avitel54: Mio figlio allora aveva quattro anni e tanto argento vivo! Avevo appena finito di prepare la pastiera napoletana e chi conosce la ricetta,sa quanto sia impegnativa. Mi abbasso per infornarla e nel frattempo squilla il telefono, mio figlio per rispondere mi travolge in pieno ed io nel perdere l’equilibrio gli capovolgo interamente la pastiera in testa….non sapevo da che parte iniziare, grano,ricotta,uova nascondevano i tratti di mio figlio, ed io non stavo meglio! Ridevo e piangevo contemporaneamente!!! Ho faticato non poco per lavarlo e farlo tornare umano! Ridiamo ancora nel ricordarlo, e quando faccio la pastiera,ora mio figlio si tiene a debita distanza !

8°posto_ sarettah.96“mi ricordo di una volta mentre cucinavo gli spaghetti,si sono bruciati perchè non li ho abbassati e nell’andarli a gettare in pattumiera questa ha quasi preso fuoco un vero disastro. Vabbè per non parlare delle innumerevoli pentole bruciate,bruciare le pietanze sul fuoco è la mia specialità”

9°posto_ marina_dellarovere: “estate, insalatone croccante e colorata, metto su le uova che avrebbero dovuto diventar sode, nel frattempo vado a stendere, quando dalla veranda ho sentito , come un esplosione (giurin giuretto parola di Lupetto) subito mi viene in mente l’uovo sul fornello corro , ovviamente inciampando e , sul fornello era rimasto il pentolino tutto bruciato e ”spantegato” letteralmente sul soffitto il mio uovo mi son talmente spaventata, pensando al peggio che è’ finito tutto in risata, cavolo, non mi era mai successo”

10°posto_ mikiperse: “Ho voluto cucinare le semplici uova “occhio di bue”ma al forno, i tempi di cottura non corrispondevano non mi sembravano mai cotte e le ho lasciate per non so quanto tempo, ancora un minuto dicevo….alla fine, quando ho deciso che erano pronte, le ho tolte e servite: era lucide e bellissime ma semplicemente di plastica, come quelle scherzose che si compravano a carnevale….ancora meglio!”

Insomma, inesperienza, distrazione, sbadataggine, legge di murphy…in cucina prima ci si diverte, e poi si mangia…beh, forse non sempre!!

premi

Ringrazio ancora tutti quelli che hanno partecipato, qui sul blog e sulla mia pagina Instagram…e complimenti alle vincitrici cri.489_, sillytilla, k4ti4_c ! Vi contatterò in privato per avere l’indirizzo per la spedizione dei premi!

Alla prossima!

You Might Also Like

1 Comment

  • Reply
    malquadrato
    2 ottobre 2016 at 9:20 am

    avrei tanto voluto partecipare, ma aihmè (o per fortuna?) non mi è mai accaduto nulla di così catastrofico. comunque bellissime storie, mi hanno strappato un sorriso in questa mattinata uggiosa ?

  • Rispondi

    Privacy Preference Center

    Necessary

    Advertising

    Analytics

    Other

    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: